TRA STORIA E CULTURA: DUOMO DI MONREALE E CASTELLO DELLA ZISA (PA) classi 2°c e 2°d

…Perdersi al centro storico di Monreale e ritrovarsi dentro al Duomo, dare un’occhiata intorno e rimanere incantati dallo stupore di colonne, mosaici d’oro, quadri, arazzi, statue e tante opere d’arte…e non solo. Dopo aver salito le scale, da una porta “segreta” si arriva alla biblioteca piena di libri antichi di ogni dimensione, ce ne sono di grandissimi, chissa’ quanto tempo occorre per leggerne uno!!! Ce ne sono anche di più piccini, le pagine sono scritte a penna e i disegni coloratissimi anche quelli realizzati a mano… che meraviglia! Ci siamo trasformati in ricercatori d’arte, abbiamo fatto la caccia al puzzle in una sala della chiesa dove c’è un museo e ogni squadra ha ricostruito un’ opera d’arte diversa; per premio la maestra Chiara, che è stata la nostra guida per tutta la durata dell’ uscita, ci ha premiati con delle caramelle e cioccolatini. La Chiesa di Monreale ci riserva un ultimo sguardo di incantevole stupore: il Chiostro. Sembra un luogo magico, c’è molto silenzio, ci hanno detto che lì si va per fare passeggiate e per riflettere, ma anche per godersi qualche bella giornata di sole magari sdraiati sull’erba fresca. Finalmente un pò di riposo, un veloce pranzo al sacco e si ritorna a Palermo. Ci fermiamo a vedere un famoso castello: il castello della Zisa, che tra l’altro è proprio vicinissimo alla nostra scuola! Molti di noi erano già stati a giocare nei giardini della Zisa ma non sapevamo, nessuno ce lo aveva ancora spiegato nè potevamo immaginarlo, che, un tempo, quelle vasche vuote davanti il castello erano delle piscine dove si poteva pescare e quanti reperti si possono trovare lì dentro…Entrati nel castello abbiamo alzato gli occhi e ci siamo accorti del soffitto altissimo, abbiamo pensato che lì dentro abitassero dei  giganti, poi però la maestra Chiara ci ha spiegato che in quell’epoca si costruiva così. Per salire ai piani superiori c’è una lunghissima scala a chiocciola, troppo divertente, qualcuno diceva che avrebbe chiesto ai genitori di farne costruire una a casa propria. Mai avremmo pensato che quel castello dietro al parco dove andiamo sempre a giocare, fosse un castello vero!!!!

classe IIC e IID

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...