LeggiAMO: conoscere Gianni Rodari per comprendere la libertà come valore fondamentale

Anche quest’anno la nostra scuola ha aderito al progetto “IO LEGGO PERCHÈ” per promuovere la lettura e arricchire di libri le biblioteche scolastiche; noi abbiamo scelto di conoscere Gianni Rodari attraverso ciò che ha scritto. Per comprendere il suo messaggio in classe abbiamo visto un video in cui veniva intervistato da bambini come noi. È emerso che le sue storie non hanno mai una conclusione poiché ogni racconto può avere un finale diverso a seconda dei bisogni e del vissuto di ogni lettore. Ciò ci insegna il senso e l’importanza della libertà come valore fondamentale; ognuno può cambiare la propria storia, basta essere protagonisti attivi e provare a fare anche cose che possono sembrarci difficili. Appassionati alle idee del grande maestro abbiamo letto, memorizzato e illustrato tante poesie. Ecco una breve spiegazione di ognuna di esse.

Una scuola grande come il mondo in cui Gianni descrive come immagina la scuola e come la vorrebbe: grande come il mondo dove non si finisce mai di imparare.

Promemoria ci ricorda quali sono le cose da fare e quali non fare mai, per esempio la guerra.

Il treno degli emigranti racconta quanto sia difficile abbandonare la propria terra a cui si è molto legati e dove rimarrà il proprio cuore.

Il treno dei bambini rappresenta un mondo capovolto dove il treno è guidato da bambini e gli adulti si fanno accompagnare dalla loro fantasia, immaginazione, creatività e felicità.

Sarebbe bello che tutte le persone non perdessero il bambino che è dentro di loro.Così con i nostri ideali di libertà nel cuore sabato 26 Ottobre ci siamo recati presso la libreria Feltrinelli di via Cavour per il nostro appuntamento con IO LEGGO PERCHÉ. Abbiamo interpretato le poesie di Rodari e, per coinvolgere un maggiore numero di visitatori, abbiamo anche cantato il brano di J-AX “Ostia Lido”, rivisitato e adattato con riferimento alla vita e alle opere di Gianni Rodari. Al termine dell’esibizione abbiamo girato per la libreria per convincere i clienti ad acquistare un libro per arricchire la nostra biblioteca scolastica. È stato divertente e siamo riusciti a farci donare tanti libri che presto leggeremo a scuola. Inoltre, la stessa esibizione è stata ripetuta in occasione della manifestazione LIBRIAMOCI, aggiungendo il racconto “Sette e uno” con cui Gianni Rodari ci insegna che i bambini anche se sono di diverse nazionalità appartengono tutti alla stessa razza quella “umana”. Con LIBRIAMOCI abbiamo avuto l’opportunità di condividere con gli altri alunni della nostra scuola il piacere di leggere e l’importanza della lettura per migliorare il nostro futuro perché la cultura ci rende liberi e crea menti pensanti.

Classi VA e VB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...